Buona fortuna Michele!

Sei stagioni, due campionati vinti e il sogno di salire in Serie A.
Questa è soltanto una piccola parte di quello che il nostro numero 5 ci ha regalato

15/06/2021
Condividi su  

Altro giorno di saluti in L84. Dopo Antonio Rosano, anche Michele Marchiori lascia la società al termine di un’avventura straordinaria

Grazie Michele Marchiori L84

Dopo Antonio Rosano, anche Michele Marchiori saluta la L84. Il classe ’89 lascia la società dopo 6 anni e due promozioni. Arrivato durante il primo anno di Serie B, Marchiori contribuito attivamente al successo della squadra fino alla recente conquista della Serie A. La carriera neroverde di Michele è cominciata e terminata con un salto di categoria, sottolineando l’impatto che ha avuto sul nostro gioco. Un percorso che dunque giunge al termine di una storia bellissima. Il numero 5 ci ha regalato prestazioni superlative, specie nella stagione 2017/2018, quando ha gonfiato la rete per ben 21 volte, aiutandoci a raggiungere la Serie A2.

Da giocatore, lavoratore e padre di famiglia, Michele lascia un ricordo bellissimo all’interno della nostra realtà e a lui vanno i nostri più sentiti ringraziamenti e il nostro augurio di un futuro brillante, sia dentro che fuori il parquet.

Michele Marchiori L84

Marchiori: “Mi mancherà lo spogliatoio, auguro il meglio alla L84”

Nel giorno della partenza, Michele Marchiori ha lasciato alcune dichiarazioni sui momenti più belli della sua esperienza in L84. Proprio come Rosano, la promozione in Serie A2 è un ricordo particolarmente importante per il numero 5: “Il primo campionato vinto non si dimentica mai. Mi ricordo ancora il boato del pubblico che ci ha seguito in trasferta. In quel momento, ho avuto i brividi. Inoltre, dopo dieci giorni, sono nate le mie gemelle. In L84 mi sono trovato sempre bene”. Parlando invece del suo addio, Marchiori è stato molto razionale: “Lavorando, diventa ingestibile un ritmo come quello della Serie A. Sono triste pensando a tutto quello che ho costruito qui però credo sia giusto così. Devo sicuramente ringraziare mia moglie per avermi supportato e sopportato per tutti questi anni”. In chiusura, si è parlato anche del suo futuro: “Questo non è un addio al calcio a 5 e forse nemmeno alla L84. Fin quando riuscirò, giocherò a futsal e continuerò a dare calci a un pallone. Mi mancherà tantissimo lo spogliatoio e il legame che avevo con i miei compagni, specialmente con capitan Iovino, un giocatore e un uomo splendido”.

Grazie Michele L84

Bonaria saluta Michele: “Un uomo e un collaboratore fantastico”

Dopo la seconda partenza dell’estate, arrivano le parole del presidente Bonaria: “Ho notato Michele giocandoci contro la prima volta in un campo di periferia. Era giù una “roccia” che tirava delle sassate incredibile. Io e mister Rodrigo abbiamo visto in lui un grande giocatore. Si è guadagnato tutti i minuti di gioco”. Una stima che va anche oltre al parquet: “Si tratta di un uomo capace di impegnarsi tantissimo, anche più degli altri, dal momento che si occupa della squadra, del lavoro e della sua fantastica famiglia. Anche all’interno dello spogliatoio si è guadagnato la stima e l’affetto di tutti. Proprio come Rosano, per me è diventato un collaboratore e compagno d’azienda fantastico”.

Di Andrea Carinci

INSIEME VERSO
LA SERIE A!
MAIN SPONSOR
Design & Code by dsweb.lab