L84 - Orange Asti

Il derby che vale una semifinale

07/06/2021
Condividi su  

Il derby piemontese decreterà la quarta squadra che andrà a giocarsi il titolo. Per l’occasione, la L84 ritroverà i suoi tifosi dopo un anno

Nuova settimana, nuova sfida per l’Under19 della L84. Chiuso il capitolo delle Final Eight di Coppa Italia, è ora di concentrarsi sul grande appuntamento di martedì. A Volpiano arrivano i vicini dell’Orange Asti, reduci dalla finale persa contro una grande History Roma 3Z. In palio, neanche a dirlo, il fondamentale passaggio alle semifinali di campionato. Due delle quattro squadre migliori d’Italia si sfideranno sullo stesso parquet per guadagnarsi nuovamente le Final Four.

Nel frattempo, le altre partite hanno già un verdetto: l’Antenore Sport Padova liquida facilmente la pratica 360GG Futsal con un risultato di 9-2; stesso discorso per il Sicurlube Regalbuto che vince per 5 a 1 contro la Junior Domitia e si regala le semifinali, come già successo in Coppa. Finale di stagione amaro invece per i campioni in carica della Roma C5: dopo aver mancato le Final Eight di Coppa Italia a 40 secondi dalla fine, vedono sfumare anche le semifinali di campionato grazie all’ottima prestazione dell’Alma Salerno, capace di imporsi per 4 a 3 sui capitolini.

Lucas Siqueira contro History Roma

Bentornati tifosi!

Per tale occasione, potremo finalmente assistere a una partita con il pubblico. Seppur con una capienza non superiore al 25%, la casa della L84 si prepara a riabbracciare i suoi tifosi, da troppo tempo assenti. Il PalaBrandizzo si riveste del suo antico splendore e si trasforma nuovamente in cassa di risonanza per il tifo dei presenti. Un fattore dunque che potrebbe rivelarsi decisivo per le sorti di una gara che ha tutte le carte in regola per trasformarsi in un vero e proprio derby. I colori dei seggiolini verranno rimpiazzati da quelli dei tifosi. Un piccolo passo che però permetterà anche ai giocatori di sentirsi ancora di più a “casa”. Ciò, infine, avviene in un momento cruciale per i ragazzi di De Lima, quel momento in cui la squadra deve concentrarsi sulla consapevolezza delle proprie capacità per riscattare la serata storta di Montesilvano.

L84 e Orange Futsal Asti, un conto in sospeso

Mai come quest’anno, il Piemonte si mette in finestra e si gode lo spettacolo del suo futsal. Poco più di 60 chilometri dividono la casa della L84 da quella dell’Orange. Eppure, in questi 60 km, c’è molto di più di due palazzetti. In questa distanza troviamo un Girone A Under19 della stagione 2019-2020 che non si è mai concluso a causa del covid. Tornando indietro di un anno, troviamo un’Orange prima in classifica con due punti di vantaggio dalla L84. Nei scontri diretti, il parquet ha regalato 3 punti a ciascuna con un “fattore campo” che ha ribaltato i pronostici e ha esorcizzato i padroni di casa in entrambe le occasioni. Troviamo, inoltre, due squadre che sono rimaste scottate nelle Final Eight di Coppa Italia, entrambe sconfitte dalla History Roma 3Z. Se il percorso dei neroverdi si è concluso in semifinale, per gli astigiani il sogno si è infranto nell’ultimo step prima della gloria.

Quest’anno, le due formazioni hanno dominato i rispettivi gironi per poi brillare nella fase dei playoff. Il tutto, per arrivare fino a questa gara, dove il campo decreterà l’unica piemontese che andrà a giocarsi le Final Four. Nel turno precedente, la L84 si è liberata abilmente del Saints Pagnano mentre l’Orange Futsal ha avuto qualche difficoltà con il Futsal Giorgione, sconfiggendolo di misura. Ora è il momento della sfida più attesa, quella in cui i pronostici contano poco, anche perché sarebbe impossibile farne.

Il PalaBrandizzo c’è, il tifo anche, manca soltanto il calcio d’inizio.

Andrea Carinci

INSIEME VERSO
LA SERIE A!
MAIN SPONSOR
Design & Code by dsweb.lab