Grazie di tutto Edu.

Il futuro del Futsal continua con te!

03/08/2021
Condividi su  

Il Campione Italo Brasiliano lascia il calcio a 5 giocato per dedicarsi ai giovani.

Sarà lui il Responsabile Tecnico della L84 Academy & School

Quando si crea un progetto ambizioso, bisogna partire da fondamenta solide. Una squadra vincente è il risultato di una sinergia che nasce tra chi scende in campo e chi invece lavora dietro le quinte. I traguardi fin qui raggiunti certificano l’impegno della L84 nel voler creare una struttura che possa raggiungere e mantenere i più alti livelli del futsal italiano e non solo. In tale prospettiva, la società ha scelto di affidare a Edu Dias la responsabilità tecnica della L84 Academy & School la preparazione atletica della prima squadra in Serie A.

Dias si occuperà non solo dell’Academy ma anche della Futsal School. Una figura, dunque, di fondamentale rilievo per una L84 sempre più attenta alla crescita e allo sviluppo dei giovani. L’essere tra le migliori quattro squadre U19 d’Italia rappresenta sicuramente un vanto per il nostro territorio ma allo stesso tempo si deve tradurre in punto di partenza, e non di arrivo. A seguito di ciò, la scelta è ricaduta su una persona che ha sempre dimostrato le sue qualità e competenze nel settore.

Eduardo Dias condivide con la società una visione del futsal che sconfina oltre il parquet. L’insegnamento non si limita solo al calcio a 5 ma si espande fino a ricoprire la sfera sociale. La crescita sportiva deve essere accompagnata da una crescita personale, applicando i valori di questo sport anche nella vita quotidiana.

Dopo il ritiro di Rodrigo de Lima dai campi di calcio a 5, anche Dias saluta la vita da giocatore. L’ex n°17 dice addio dopo una stagione da incorniciare, con 10 reti in 19 presenze e la promozione in Serie A.

A 40 anni, il brasiliano ha deciso di cimentarsi a tempo pieno nelle sue nuove attività ma rimarrà comunque all’interno dello staff della prima squadra di Rodrigo De Lima come preparatore atletico. Una mancanza non certo trascurabile per la L84 che ora però potrà contare su un responsabile di lusso.

Edu Dias lascia il calcio a 5

Eduardo Dias: “Vogliamo fare la differenza nella vita dei ragazzi”

L’importanza del settore di cui sarò responsabile, mi ha spinto a prendere la decisione di lasciare il futsal giocato. Voglio continuare l’incredibile lavoro fatto con i giovani fin qui“. Queste le prime parole del nuovo Responsabile tecnico del Settore Giovanile. “Quella appena terminata è stata una stagione spettacolare anche se mi è dispiaciuto festeggiare in un momento così delicato per il nostro mondo. Ora abbiamo tanta voglia di fare bene. Gli acquisti daranno una mano a un gruppo già forte”.

Entusiasta dell’avventura che lo attende, non sono mancati le riflessioni sul nuovo ruolo: “Credo che la chiave di tutto sia unire il divertimento al senso di sacrificio che dobbiamo avere per raggiungere i nostri traguardi. Per i ragazzi sarà importante giocare senza troppe pressioni e rischiare qualcosa in più. Nella formazione di un ragazzo, le vittorie non sono fondamentali.

Dobbiamo trasmettere un’educazione e dei valori che li portino a diventare cittadini esemplari, facendo la differenza nella vita di questi ragazzi. Poi, ovviamente, siamo una società ambiziosa e presteremo attenzione anche ai risultati sul campo. Ma nulla arriverà senza il lavoro d’eccellenza che stiamo facendo già da diversi anni“.

Un amore, quello tra il brasiliano e i giovani, che nasce tanto tempo fa e che non si è mai interrotto: “Ho imparato con gli anni a lavorare con i bambini. All’inizio ero troppo competitivo, vedevo il futsal con gli occhi del giocatore. Man mano ho cominciato a capire come comportarmi e a prendere il lato migliore di questo lavoro. Stare a contatto con loro mi da l’occasione di vedere il sorriso e la passione che mettono in tutto ciò che fanno.

Nonostante sia una sfida ardua quella di insegnare i valori della vita, credo verrà naturale dal momento che la società ha deciso di puntare in questa direzione. Lo sport dovrà essere il completamento dell’educazione che i ragazzi ricevono a scuola e nell’ambito familiare. Le vittorie non dovranno essere negoziate con gli insegnamenti fondamentali per una vita corretta.

INSIEME VERSO
LA SERIE A!
MAIN SPONSOR
Design & Code by dsweb.lab